Endurance e Stamina

Endurance e Stamina


Notice: Trying to get property of non-object in /var/www/crossfit-lugano/web/wp-content/themes/betheme/includes/content-single.php on line 171

Sulle pareti del nostro Box sono scritte a grandi lettere le dieci abilità fisiche del CrossFit, ovvero quelle che si allenano con i WOD. Tra queste le prime due, Endurance e Stamina, sono spesso fonte di confusione e fraintendimenti per cui, in questo post, cercheremo di fare un po’ di ordine tra queste due componenti del Fitness.

Vi sono due errori fondamentali che molti fanno parlando di queste due abilità: il primo è pensare che i due termini siano sinonimi ed il secondo che la componente Stamina sia fondamentale per il miglioramento di quella Endurance quando invece è esattamente il contrario. Ciò che definiamo “Endurance” è sostazialmente la resistenza cardiovascolare e cioè l’abilità di compiere un determinato sforzo o esercizio, per un certo periodo di tempo ottimizzando l’impiego dell’ossigeno e quindi di cuore e vasi sanguigni deputati entrambi al trasporto del prezioso gas vitale. Correre o vogare per 5 km richiede resistenza, Endurance.

Invece “Stamina”, che purtroppo in Italiano non ha una traduzione specifica, è la capacità di sostenere sforzi prolungati molto stressanti, nel senso fisiologico del termine, ottimizzando l’utilizzo della forza disponibile. In pratica eseguire un esercizio al massimo delle proprie possibilità fino alla fine. Maggiore è il ritmo di intensità che si riesce a mantenere e maggiore è il livello di Stamina coinvolto.

Se Endurance è riuscire a compiere ad esempio un percorso di 5km, Stamina è riuscire a farlo al massimo della propria velocità per tutto il tempo o comunque per buona parte di esso. Si potrebbe dire in altre parole che Stamina è la capacità di erogare la massima potenza in modo costante per tutta la durata di un determinato sforzo.

La sottile differenza è però fondamentale per capire il ruolo di queste due abilità dato che se è vero che un atleta con molta resistenza cardiovascolare può ad esempio percorrere 40km di maratona, non è altrettanto vero che sia in grado di farlo tenendo sempre lo stesso passo, dominio quest’ultimo della Stamina.

Un altro esempio della necessità della componente Stamina è una corsa sui 1000 metri dove per poter sostenere lo scatto finale, accelerando, serve soprattutto Stamina. Lo stesso vale per un atleta impegnato nei 5k che deve mantenere un passo di 4 minuti/km per quasi tutto il tempo. Se  però questo stesso atleta si ritrovasse a correre una maratona di 42km, probabilmente arriverebbe in fondo ma si piazzerebbe tra gli ultimi qualora gareggiasse con altri atleti alllenati specificamente per quel tipo di corsa poichè a parità di resistenza, essi hanno maggior Stamina.

In maniera molto semplicistica potremmo affermare che se un atleta è in grado di percorrere una distanza prefissata ma vorrebbe farlo più velocemente, quello che gli serve non è resistenza ma stamina. Se poi non riesce nemmeno ad arrivare in fondo allora manca pure la resistenza am questo è un altro discorso. Questo è il motivo per cui nel CrossFit utilizziamo la corsa, la vogata ma anche il salto della corda per sviluppare entrambe le componenti; prima la resistenza, cioè la capacità di terminare un certo lavoro e poi la stamina, cioè la capacità di farlo ad alta intensità.

A livello di allenamento di stamina il vogatore è uno degli strumenti privilegiati perchè si può utilizzare a prescindere dalle condizioni meteo e dato che a molti non piace correre con la neve o la pioggia ecco che il rower diventa un prezioso compagno di allenamento.

Distanze di 2000 o 5000 metri sono di solito utilizzate proprio per allenare la componente Stamina visto che si richiede agli atleti di percorrere questa distanza nel minor tempo possibile vogando quindi con molta intensità. 5000 metri sono una distanza veramente alla portata di chiunque, anche di chi pratica CrossFit da poco, ma riuscire a reggere un ritmo di vogata energica, diciamo al di sotto di 1.50min / 500m dall’inizio alla fine è un risultato che si ottiene solo con l’allenamento costante che punta proprio a sviluppare specificamente la componente Stamina.

Mentre la resistenza si può allenare percorrendo distanze sempre maggiori, la capacità di mantenere alti livelli di intensità è legata ad un discorso principalmente neuromuscolare e di condizionamento metabolico. Una volta raggiunto l’obiettivo di raggiungere una certa distanza occorre allenarsi cercando di mantenere anche lo stesso ritmo intenso dall’inizio alla fine. In questo tipo di obiettivo confrontarsi con il tempo serve per avere un metro di paragone certo e facilmente comprensibile.

Per riuscire in questo obiettivo si inizia solitamente a percorrere brevi tratti alla massima intensità possibile per poi recuperare leggermente e quindi si torna al ritmo massimo. Nella corsa questo tipo di allenamento si chiama “ripetute”, lo stesso termine si può applicare alla vogata. Allenamenti continui e frequenti in questa direzione portano ad un generale adattamento a livello neurologico ed in ultima istanza consentono di mantenere alta intensità per lunghi periodi. Che è poi una delle basi del CrossFit.

//]]>