Cortisolo, ma anche no.

Cortisolo, ma anche no.


Notice: Trying to get property of non-object in /var/www/crossfit-lugano/web/wp-content/themes/betheme/includes/content-single.php on line 171

Si chiama cortisolo ed è un ormone prodotto naturalmente dall’organismo in certe condizioni tra cui quella di stress. Tecnicamente stiamo parlando di un ormone di tipo steroideo, cioè derivante dal colesterolo. Perché ne parliamo? Perchè questo ormone è noto anche come ormone dello stress ed ha una stretta correlazione con l’attività fisica, specialmente quella molto intensa come, appunto, è il CrossFit.

Il cortisolo assume una certa importanza poichè una sua sovra produzione da parte dell’organismo produce effetti collaterali poco desiderabili come un’eccesso di stanchezza, la riduzione delle difese immunitarie ed in certi casi anche l’aumento della massa grassa. La sua produzione è strettamente correlata allo stress ed aumenta in condizioni di forte stress fisico e mentale e lo scopo è quello di incrementare l’energia necessaria all’organismo per “funzionare” per poi essere smaltito attraverso l’attività fisica.

Il cortisolo ha sostanzialmente il compito di aumentare la glicemia, cioè la quantità di glucosio nel sangue che serve per produrre l’energia richietsa dall’organismo per far fronte ad una situazione di stress. L’aumento della glicemia, non è però sempre con il consumo di zuccheri e quindi, se terminato lo stress, rimane in circolo anche solo una piccola quantità di glucosio, questo viene immagazzinato a livello addominale, trasformandosi nella tanto odiata pancetta. Allenamenti frequenti ed intensi possono aumentare a loro volta lo stress fisico a danno dell’organismo e generare ancor più cortisolo in un circolo vizioso poco salutare.

Vi sono vari segnali che indicano un’altra presenza di cortisolo nell’organismo ed è sempre bene tenerne conto quando essi si presentano in modo combinato tra loro. Tra questi sono da segnalare una minor sopportazione del dolore, insonnia, senso cronico di stanchezza, aumento della massa grassa, abbassamento delle difese immunitarie con conseguente facilità nel contrarre raffreddori ed infezioni, voglia di cibi non sani, calo del desiderio sessuale e stomaco in disordine. Insomma questo ormone non è esattamente amico del benessere.

Per ridurne la presenza nell’organismo è necessario calibrare attentamente l’alternanza tra intensità dell’allenamento e periodi di recupero ed ovviamente evitare al massimo la situazioni stressanti e determinate sostanze. Tra i maggiori generatori di cortisolo sono da segnalare la caffeina, il poco sonno, l’allenamento molto intenso, la melatonina, anoressia nervosa, restrizioni caloriche troppo estreme, pasti iperproteici o con carboidrati ad alto indice glicemico,alcool e posture contratte. Evitare tutto questo contribuisce a limitare la produzione di cortisolo oltre i limiti considerati normali.

Per ridurre alti livello di cortisolo possono invece essere d’aiuto il magnesio, i grassi Omega-3, musico terapia, massaggi, ridere, si si proprio ridere e divertirsi, tea nero. Insomma meglio prendere le cose con la giusta calma, magari senza esagerare, fermandosi ai primi segnali di stanchezza.

//]]>